domenica 5 giugno 2016

Perchè non provarci ? ... L'Antartide ci può stupire ; )


 
 Ma perchè non provarci ??

L'INIZIO ...
La richiesta inizialmente era confusa, di certo solamente, il soggetto ed il materiale dove avrei
dovuto dipingere, una porta da interni.
Non erano chiare nemmeno le dimensioni della porta perchè ancora dal falegname; a distanza
di qualche giorno finalmente un pò di chiarezza anche se le novità non erano entusiasmanti.
Le dimensioni della porta erano notevoli, complessivamente 1.20 di larghezza per 2.40  di altezza
con la cassamatta di 30 centimetri, queste misure corrispondo ad una porta da interno di una casa di montagna e già questo poteva incutere qualche perplessità ma l'ultima nota dolente è stato nello scoprire che la porta era interamente verniciata, una porta nuova.
Per dipingere su legno la superfice doveva essere trattata, si parte quindi con carta vetrata e pennello alla mano, devo amettere che portare il legno ad una superfice  idonea ad essere conseguentemente  dpinta non è stato facile, ma grazie a prodotti specifici ed un lungo lavoro di pazienza e non ultimo,  l'aiuto di mio marito, Gianfranco, dopo alcune mani con il colore base creato da me,  abbiamo ottenuto un ottimo risultato che ha così definito una buona partenza.
IL SOGGETTO ...
Per chi  ama dipingere gli animali, qualsiasi richiesta viene presa in considerazione, devo dire che un'orso bianco non l'avevo mai dipinto,  ho iniziato a documentarmi su questo animale, studiandone le caratteristiche, i cuccioli il suo ambiente naturale. L'orso era il primo progetto che andava ampliato è come da richiesta doveva essere riportato sulla porta nella parte esterna della camera che dava nel corridoio, ma anche il lato della porta che introduce alla camera andava dipinto e con cosa ??? Pinguini !! Ho pensato che riproporre un altro orso era un pò ripetitivo, quindi rimanendo sempre in tema, tra i ghiacciai dell'Antartico  ho pensato a loro e così è stato.
Deciso l'altezza su dove posizionare il soggetto principale, l'orso, sono partita.
Tante ore di lavoro, inizilamente avevo cominciato a prenderne nota poi ho lasciato stare, vi dico solo
che lavoravo nei ritagli di tempo libero e comunque parliamo di circa  un mese di  lavoro. Quando si tratta di dipingere animali, diventa un lavoro dettagliato, curandone l'espressione e la realisticità a cui vogliamo dare all'animale, anche l'ambientazione non è  meno importante e direi in questo caso, di una certa difficoltà; un panorama che racconta il freddo, dei  mari, degli icebaerg, del ghiaccio,  i colori acrilici che variano dal blu all' azzurro dal verde al bianco, giocando e creando  sfumature.


 
 
Il secondo soggetto da realizzare come per il primo mi ha fatto trascorrere per tempo su immagini trovate in internet, poi, mi è piaciuta l'idea di contrapporre al bianco  degli orsi polari , il nero dei pinguini imperatore, uniti comunque dallo stesso habitat naturale.
Una bella avventura, una grande soddisfazione, stimolante è la conferma nell'apprezzamento dei  miei lavori per chi  ha potuto vedere da vicino il lavoro finito .

Grazie a tutti per le belle parole.






 
 
 

 

Nessun commento:

Posta un commento